1970 – Fiat 690 T2

foto camion 3

Questo Fiat 690 T2 è classificato come un trattore a 3 assi per semirimorchio, uno dei pochi “bilici” presenti in quegli anni. Attraverso questo trattore era possibile trasportare carichi indivisibili e completi.

Verrà sostituito dalla famiglia Gasperini, sempre da un Fiat ma modello 619 T1 con semirimorchio portacontainer Adige.

Nel 1952 l’Italia adotta un nuovo codice della strada ed impone nuove prescrizioni. È così che appare un nuovo modello che sarà l’autocarro più apprezzato del mondo, il Fiat 682N, chiamato il re dell’Africa. In questo panorama generale non bisogna dimenticare i modelli a 3 o 4 assi, disponibili come autocarro o trattore stradale:

  • Fiat 690N
  • Fiat 691N

Pochi autisti di quell’epoca sanno che all’estero i mezzi pesanti non superavano i 320 q di PTT, e disponevano di motori poco potenti, raramente più di 140  CV. All’epoca erano rari gli autocarri che, come i Fiat, gli OM o i Lancia, scalavano i valichi per transitare in Italia.

La serie 600 degli anni sessanta si guadagnerà, da parte dei suoi utenti, la fama di essere indistruttibile. Non è raro vederne ancora sulle strade italiane ma soprattutto in Africa ed in Asia, in condizioni spesso precarie, ma sempre in servizio per utilizzi sovente impegnativi. Dal 1975 la produzione confluisce nella neonata IVECO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...